Esami di Stato a.s. 2021-2022: II Ciclo

Riferimenti Normativi / Ministeriali

m_pi.AOOGABMI.Registro Decreti(R).0000065.14-03-2022.pdf

Esame di Stato del secondo ciclo

DGVOS 7775 28-03-2022.pdf

Chiarimenti e indicazioni operative

m_pi.AOOGABMI.Registro Decreti(R).0000066.14-03-2022.pdf

Commissioni: modalità di costituzione e nomina

Calendario adempimenti form.commissioni 21_22.pdf

sulla formazione delle commissioni d'esame

CURRICULUM_Studente__m_pi.AOODRSA.REGISTRO UFFICIALE(E).0007319.04-04-2022.pdf

Indicazioni operative: Curriculum Studente

CALCOLATRICI__55643_1648206493750_proto_email_AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE.2022.0007673.pdf

Integrazione elenco delle calcolatrici

Allegato -Nota prot. n. 22274 del 30 ottobre 2019.pdf
CALCOLATRICI__MIUR.AOODGOSV.REGISTRO_UFFICIALE(U).0007382.27-04-20181.pdf

Errata/Corrige alla nota n. 5641 del 30/03/2018

Allegati OM n. 65 del 15-03-2022:


Allegati OM n. 66 del 15-03-2022:


Quadro di riferimento per la prima prova scritta nazionale (DM 1095/2019):


Quadri di riferimento per le seconde prove scritte (allegati al DM 769/2018):


Altri Riferimenti essenziali:

SLIDE

Esame Secondo ciclo 2021-2022 - marzo 2022

Conferenza di servizio del 31-03-2022 sugli esami di Stato del secondo ciclo a.s. 2021-2022 a cura dell'ufficio ispettivo e formazione

UTILITA'

Durata della seconda prova (sintesi a cura dell'USR Sardegna):

(*) NOTA: Per l'anno scolastico in corso si procede in deroga e la seconda prova verte su UNA SOLA disciplina individuata dagli allegati B1, B2, B3 dell' OM 65 - La tabella può essere utile per individuare rapidamente i tempi da dedicare alla seconda prova.

Foglio di Calcolo per attribuzione credito e voto finale dell'esame di Stato (a cura dell'USR Sardegna):

Domande e Risposte (FAQ)

Nella presente sezione vengono riportate le risposte a quesiti ricorrenti che necessitano di indicazioni e orientamenti interpretativi non già rinvenibili nella semplice lettura dell’OM 65 del 15-03-2022. Ulteriori quesiti potranno essere sottoposti formalmente all’Ufficio Ispettivo, dai dirigenti, coordinatori didattici e presidenti di commissione.

1) Quali condizioni devono verificarsi per l’attribuzione del “punteggio” integrativo?

Come previsto dall'art. 16 co. 8 lett. c) dell'O.M. 65/2022, in sede di riunione preliminare, la sottocommissione definisce "i criteri per l’eventuale attribuzione del punteggio integrativo, fino a un massimo di cinque punti per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno quaranta punti e un risultato complessivo nelle prove di esame pari almeno a quaranta punti"

2) Il punteggio integrativo di 5 punti può essere attribuito anche ai candidati privatisti?

Assolutamente si, a condizione che vengano rispettate le disposizioni previste dall'art. 16 co. 8 lett. c) dell'O.M. 65/2022: "in sede di riunione preliminare, la sottocommissione definisce "i criteri per l’eventuale attribuzione del punteggio integrativo, fino a un massimo di cinque punti per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno quaranta punti e un risultato complessivo nelle prove di esame pari almeno a quaranta punti"


3) L’Educazione civica deve necessariamente essere affrontata durante l’Esame di Stato?

Sì. Deve essere ricompresa all’interno dell’elaborato oppure oggetto di specifica trattazione all’interno del colloquio in modalità interdisciplinare a partire dai contenuti e obiettivi di apprendimento esplicitati nel Documento del 15 maggio. Nel caso dei candidati esterni, la disciplina deve comunque essere affrontata partendo, ove possibile, dalle esperienze pregresse, così come rinvenibili nel Curriculum dello Studente, compilato dallo stesso candidato nella parte di propria competenza, e dai percorsi individualizzati dell’allievo e anzitempo condivisi con il CdC collegato alla commissione cui egli è assegnato.

4) L’Esame preliminare cui debbono essere sottoposti i candidati esterni agli esami di stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione, deve accertare anche la loro preparazione sulla disciplina trasversale dell’Educazione Civica?

Assolutamente si.


5) A che punto del colloquio dell’Esame di Stato si inserisce l’Educazione civica?

Si inserisce in qualsiasi punto sia opportuno e naturale affrontare i temi relativi all’Educazione Civica.

6) Durante l’Esame di Stato vi è un commissario specifico per valutare le competenze acquisite in Educazione Civica dagli studenti?

No. l’insegnamento di Educazione civica, in quanto trasversale, non sarà affidato durante il colloquio d’esame a un commissario specifico; come specifica l’art. 17 dell’Ordinanza il candidato deve dimostrare di aver maturato le competenze e le conoscenze previste dalle attività di Educazione Civica, per come enucleate all’interno delle singole discipline.

7) Nel caso di commissione avente le classi abbinate in due comuni e in due Istituti diversi, la riunione plenaria si tiene, come da ordinanza, presso l'istituto di assegnazione mentre le preliminari delle sottocommissioni nelle relative sedi d'esame?

Esattamente.

8) Il Presidente può essere assente durante lo svolgimento di un colloquio?

Assolutamente No.

In base all'articolo 22 comma 10 dell'O.M. 65 "La sottocommissione dispone di venticinque punti per la valutazione del colloquio. La sottocommissione procede all’attribuzione del punteggio del colloquio sostenuto da ciascun candidato

nello stesso giorno nel quale il colloquio viene espletato. Il punteggio è attribuito dall’intera sottocommissione, compreso il presidente, secondo la griglia di valutazione di cui all’allegato A."

9) Come gestire gli scrutini delle sottocommissioni, si devono fare in giorni separati, subito dopo la conclusione dei colloqui oppure si possono svolgere entrambi alla fine di tutti i colloqui?

Ai sensi dell'art. 28 comma 1 dell'O.M. n. 65 ciascuna sottocommissione d’esame si riunisce per le operazioni finalizzate alla valutazione finale e all’elaborazione dei relativi atti subito dopo la conclusione dei colloqui di propria competenza.

10) Nel caso di commissione articolata su sedi diverse e senza commissari in comune è consigliabile nominare due vicepresidenti?

Assolutamente si.




11) Nel caso caso di commissario su tre quinte e due commissioni, come è meglio decidere a chi far fare la pausa?

Non è possibile rispondere in modo univoco anche perché le soluzioni potrebbero essere molteplici e sicuramente non preconfezionate. Si consiglia di raccordarsi in modo costruttivo con gli altri presidenti di Commissione procedendo con buon senso nell'interesse di tutti i soggetti coinvolti.

12) Come deve gestire una commissione su 2 scuole diverse, un Presidente alla prima esperienza. Come conciliare il calendario con gli impegni per i richiami dei vaccini dei componenti la commissione?

Non è possibile rispondere in modo univoco anche perché le soluzioni potrebbero essere molteplici e sicuramente non preconfezionate. Si consiglia di procedere con buon senso ma comunque nel rispetto delle disposizioni dell'O.M. n. 65.